A FuturHub 2023 confronto sulle sfide delle città del Mezzogiorno

Le sfide del Mezzogiorno per la progettazione di città resilienti e inclusive. Questo il tema al centro di FuturHub, evento promosso da CNS – Consorzio Nazionale Servizi, che si è tenuto oggi a Bari.

FuturHub è un format ideato da CNS per il confronto tra pubblico e privati su idee e progetti che riguardano il futuro del Paese. Questa edizione è stata dedicata alle città del Mezzogiorno, intese come piattaforme urbane che avranno sempre più bisogno di pensare al futuro coniugando innovazione, sviluppo e inclusione e di diventare motore di trasformazione per l’intero territorio metropolitano. Il Pnrr può rappresentare una grande opportunità di trasformazione per il Sud, il 40% delle risorse allocabili sono destinate al Mezzogiorno “ma bisognerà creare le condizioni per le amministrazioni pubbliche per mettere a terra progetti che rilasciano valore sul territorio”, ha chiarito Alessandro Hinna, presidente del Consiglio di Gestione di CNS.
La capacità di progettazione delle pubbliche amministrazioni e il ruolo del partenariato pubblico privato, così come previsto dal nuovo Codice degli Appalti, sono stati i temi al centro della discussione di FuturHub 2023.

“Ci candidiamo ad essere partner della pubblica amministrazione per una progettazione innovativa della spesa pubblica e la nostra natura cooperativa e a mutualità prevalente ci facilita il compito. ha dichiarato Hinna – Abbiamo davanti tre grandi sfide: nel pensare alle nuove opere, è necessario integrare dall’inizio progettazione, costruzione e gestione; è necessario integrare filiere e, infine, tenere insieme la dimensione economica e quella sociale, per creare qualità della vita nelle città in modo da poter creare sviluppo, innovazione e trattenere i giovani talenti”.