Lo scenario attuale e le prospettive per le imprese.

È ormai chiaro come viviamo in un mondo in cui sono sempre più frequenti nuovi e repentini cambiamenti che negli ultimi anni hanno profondamente cambiato gli assesti delle nostre società, producendo effetti significativi e profondi in numerosi ambiti fortemente connessi tra loro.

Ma cosa sono i megatrend? Si tratta di forze dirompenti in grado di generare cambiamenti strutturali nell’economia globale, guidare l’innovazione, ridefinire le priorità delle società e i modelli di business. Processi complessi in grado di influenzare la società, l’economia e le nostre vite, la cui comprensione risulta essenziale per conoscere il contesto entro il quale si opera e per essere in grado di anticipare o gestire al meglio le minacce e i rischi, trasformandoli in potenziali opportunità.

A inizio 2020, Impronta Etica ha svolto uno studio del contesto e dello scenario di riferimento identificando i principali megatrend che impattano sulle imprese, sulle istituzioni e sulla società civile: la crisi climatica, la rivoluzione tecnologica, i nuovi assetti demografici, l’instabilità geopolitica e la vulnerabilità dei sistemi.

Oggi, i megatrend individuati rimangono validi, ma hanno subito e continueranno a subire gli impatti dei recenti fenomeni che hanno scosso i nostri sistemi; portando l’Associazione a svolgere un aggiornamento di tale analisi su cui basare il proprio lavoro futuro e la propria pianificazione strategica. L’analisi si è basata su fonti autorevoli come “Sustainability Trends Report 2022” dell’Istituto ERM, il “Global Risk Report 2022” del World Economic Forum e il report Vision 2050” del World Business Council for Sustainable Development (WBCSD).

Dall’analisi sono emersi sei principali fattisignificativi e i loro relativi impatti:

  • Un peggioramento della crisi climatica
    Nel 2022 si registra un peggioramento della crisi climatica rispetto al 2020, comportando in particolare un’importante perdita della biodiversità, condizioni meteorologiche estreme, aumento delle temperature, risorse naturali sempre più scarse e un fallimento delle azioni climatiche introdotte per arginare l’emergenza.
  • La Pandemia da Covid-19 persiste a livello globale
    Il persistere della pandemia di Covid-19 porta ad un sistema sanitario globale fragile, un’erosione della coesione sociale a causa della difficile situazione che incide fortemente sulle disuguaglianze già presenti nella società, un deterioramento della salute mentale, senza per altro escludere la possibilità di nuove pandemie nel futuro prossimo.
  • Scoppio della guerra in Ucraina
    Lo scoppio della guerra in Ucraina ha comportato una significativa perdita di vite umane e una grave crisi umanitaria, nonché uno shock economico e finanziario globale, generando variazioni dei prezzi delle materie prime, aumento dei prezzi dell’energia, ed enfatizzando la tensione geopolitica già esistente.
  • Recessione economica
    Nel 2022 si registra una grave recessione economica, che ha comportato un aumento dell’inflazione, del debito pubblico e della disoccupazione globale, portando un forte risentimento all’interno della società derivante da una maggiore divergenza economica.
  • Accelerazione della digitalizzazione
    L’accelerazione della digitalizzazione avvenuto in modo particolare dallo scoppio della pandemia ha sollevato il problema della minaccia alla sicurezza informatica e alla gestione e tutela dei dati, nonché un aumento della disuguaglianza digitale. Allo stesso tempo però, la digitalizzazione è in grado di rendere i processi più efficienti e può essere una leva per guidare l’innovazione.
  • Polarizzazione della società
    Lo scenario attuale è caratterizzato da una maggiore attenzione circa i temi della Diversity & Inclusion e in materia di diritti umani. In questi anni è accresciuto il numero di nuovi movimenti sociali internazionali (es. Black Lives Matter) che però sono contrastati da una fetta della popolazione non concordante creando quindi una forte polarizzazione all’interno della comunità.

Per concludere, i recenti avvenimenti non fanno altro che confermare l’instabilità dei nostri attuali sistemi e la frequenza e drasticità con cui i cambiamenti possono scuotere i nostri equilibri. In questo contesto, le imprese sono chiamate a prepararsi ad affrontare le sfide del presente e le sfide del prossimo futuro, allenandosi al cambiamento e alla sua gestione. In un contesto di crisi come quello attuale diventa difficile però pianificare: è necessario per le imprese mantenere i punti di riferimento che danno continuità all’agire e definiscono l’orizzonte a cui tendere, rimettendosi però costantemente in discussione attraverso il dialogo e il confronto volti alla costruzione di nuovi modelli di businessvirtuosi e adattabili. La sostenibilità sarà la lente con cui guardare al complesso contesto che abbiamo davanti, permettendo di ampliare la visione con uno sguardo strategico, superando la scissione con la dimensione del business. Le imprese resilienti e sostenibili saranno quelle che vedono nel cambiamento una reale opportunità, ovvero quella che apre strade inesplorate, alza l’asticella delle conoscenze e testa nuovi scenari.

A cura di Impronta Etica*

*Impronta Etica è un’Associazione senza scopo di lucro costituitasi nel 2001 per la promozione e lo sviluppo della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa(RSI).

Home/Newsletter/Newsletter 2022 – n° 08/MEGATREND 2030: I FATTI E GLI IMPATTI DEL CONTESTO ATTUALE